Giugno 24, 2024

In data martedì 16 aprile 2024 si è tenuto un incontro sindacale territoriale tra TIM, la Rappresentanza Sindacale Unitaria Lazio e le Segreterie Roma/Lazio di SLC- CGIL FISTel-CISL UILCOM-UIL UGL Telecomunicazioni.

• Piano Spazi Roma

L’Azienda ha inteso rappresentare alla Delegazione sindacale il Piano Spazi, che coinvolgerà ca. 4.000 Lavoratrici e Lavoratori e che si completerà entro il 15 maggio (sono possibili slittamenti). Successivamente all’assestamento del presente piano, non sono da escludere ulteriori passaggi o aggiustamenti, il tutto sulla base delle seguenti linee guida aziendali:

la necessità di una separazione degli ambienti di lavoro afferenti rispettivamente a NetCo e ServCo in vista della cessione di ramo d’azienda della Rete, in sedi diverse o quantomeno in ambienti compartimentati all’interno di sedi promiscue;

l’ottimizzazione degli spazi esistenti, fino a riempimento;

l’esigenza prioritaria per ciascuna Funzione aziendale di concentrare – per quanto più possibile – il proprio personale nella stessa sede.

Saranno sedi NetCo: Oriolo Romano 240 (sede Direzionale), Santa Maria in Via (sede Direzionale), Tor Pagnotta (sede territoriale);

saranno sedi ServCo: Val Cannuta (sede Direzionale), Corso Vittorio Emanuele (Pellegrino, sede Direzionale), Estensi (polo Enterprise), Prenestina (Gattamelata), Macchia Palocco (Acilia), Pomezia;

Saranno sedi promiscue: Bacigalupo, Saliceti, Stazione Tuscolana, Oriolo Romano 257, Albano Laziale, Cesarina. Qui gli ambienti saranno separati con l’installazione di tornelli alle porte di accesso dei rispettivi spazi.

In particolare:

Network Operations Wholesale Office si attesterà per DG e Staff presso le sedi di Oriolo Romano 240, Santa Maria in Via, Oriolo 257; e per le altre funzioni presso le sedi di Tor Pagnotta, Trastevere (Saliceti), Feronia, Appia (Sannio), Bacigalupo, Albano Laziale, Stazione Tuscolana;

Chief Consumer, Small, Medium si attesterà per DG e Staff presso la sede di Val Cannuta; e per le altre funzioni presso le sedi di Stazione Tuscolana, Acilia;

Chief Enterprise si attesterà per DG e Staff presso le sedi di Estensi e Val Cannuta; e per le altre funzioni presso le sedi di Prenestina (Gattamelata), Acilia;

Mobile si attesterà per DG e Staff presso le sedi di Oriolo Romano 257 e Val Cannuta; e per le altre funzioni presso la sede di Acilia;

Mobile si attesterà per DG e Staff presso la sede di Oriolo Romano 257; e per le altre funzioni presso le sedi di Acilia, Pomezia, Albano Laziale.

Non intendiamo scendere più nel dettaglio, anche perché l’Azienda non ha inteso darci comunicazioni scritte (pure da noi richieste) ma solo verbali e, in considerazione dell’articolazione e della portata del Piano, rischieremmo di veicolare informazioni non corrette.

Per le Aziende del Gruppo, invece, non cambia nulla.

La Delegazione sindacale Slc-CGIL ha sottolineato che questo Piano Spazi è finalizzato alla divisione degli ambienti di lavoro propedeutica alla separazione della Rete dai Servizi, in attuazione del Piano industriale DISTRUTTORE, rispetto al quale si è sempre dichiarata CONTRARIA (si veda, ad es., la premessa all’accordo di contratto di solidarietà difensiva), e continuerà a farlo in tutte le occasioni utili, in sede aziendale ed istituzionale – oltreché farsi carico responsabilmente delle ricadute occupazionali, a difesa delle Lavoratrici e dei Lavoratori dipendenti.

Più nel merito del tema in oggetto, ha chiesto di rivedere e potenziare gli orari e il numero delle corse del servizio navetta, in coerenza con le nuove famiglie professionali allocate sede per sede. Cogliamo l’occasione per sensibilizzare all’utilizzo del servizio, anche in ottica di una mobilità urbana più sostenibile. Forse la sospensione del meccanismo di prenotazione almeno per il periodo di assestamento di questa fase del piano spazi potrebbe giovare a tal fine?;

prestare la massima attenzione ai dettami di legge e alle prassi di miglior favore relativamente all’accoglimento di personale portatore di handicap (ad es.: parcheggi riservati, corrimano, scivoli…);

applicare il buon senso nei confronti del personale soggetto alla timbratura in postazione nei primissimi giorni di accesso a una nuova sede.

Le sedi hub andranno in continuità – sarebbe opportuno che nelle giornate del venerdì, sabato, domenica fosse garantito quantomeno il servizio bar (dove presente).

Prima dell’ingresso di Lavoratrici e Lavoratori, saranno organizzati dei sopralluoghi con i Rappresentanti per la Sicurezza.

Si avvii da subito l’insediamento di una Commissiona paritetica ad hoc che possa ragionare concretamente sul da farsi e introdurre rapidi provvedimenti per limitare i disagi annunciati.

Più in generale, sarebbe opportuno provare a usare tutti gli strumenti di flessibilità che abbiamo per supportare Lavoratrici e Lavoratori in questo momento

di riorganizzazione degli spazi, anche alla luce di una mobilità metropolitana già critica di suo e compromessa dai numerosi cantieri aperti in vista del Giubileo. La delegazione sindacale Slc-CGIL a tal proposito ha avanzato la proposta di valorizzare spazi di contrattazione territoriale circa nuovi modelli di lavoro agile, se non nella quantità di giorni almeno in termini di una maggiore adattabilità.

• Varie e eventuali

Con riferimento alla festività del santo patrono del 12 maggio 2024 cadente di domenica, le Lavoratrici e i Lavoratori della sede di Albano Laziale, in luogo del regime economico e normativo di cui all’art. 28 del vigente CCNL TLC (maggiorazione economica pari a 1/26° della retribuzione), potranno fruire, su base volontaria, di un giorno di permesso retribuito non monetizzabile – da fruirsi entro e non oltre il 31 dicembre 2024.

Seguiranno le istruzioni relativamente alla richiesta di smonetizzazione.

Si è sollecitata l’Azienda perché comunichi quanto prima il calendario delle giornate di riduzione oraria almeno fino a settembre 2024, anche in considerazione che entro aprile vanno programmate le ferie estive. E la comunicazione dei calendari dei rientri in sede per il caring commerciale territoriale, alla luce del nuovo modello di lavoro agile (3 settimane da remoto ed 1 in sede) a decorrere dal 15 aprile, ai sensi dell’accordo del 29 marzo 2024.

Relativamente alle settimane 22-28 aprile, e 29 aprile-5 maggio, in considerazione della fruizione delle giornate di riduzione oraria per cds e delle giornate festive, si è chiesto all’Azienda quantomeno di limitare ad 1 le giornate di lavoro in sede.

Si è chiesta la calendarizzazione di incontri per l’esercizio dei diritti di informazione relativi al ricorso agli appalti.

In ultimo, ma non certo per importanza, si è proposto che gli incontri sindacali si tengano in modalità mista, garantendo a chi lo desideri la possibilità di parteciparvi di persona.

Roma, 18 aprile 2024

Segreteria Slc-CGIL Roma e Lazio

RSU TIM Lazio liste Slc-CGIL